• Priscilla (varie fonti)

Le varie tradioni strane di alcuni paesi!

Come ben sappiamo, ogni paese ha le sue tradizioni... Alcune possono essere considerate davvero strane, ma questo è un parere personale. Ne elencherò alcune, mi raccomando, fateci sapere cosa ne pensate!

Bene, cominciamo da...

El Colacho, Spagna

El Colacho è probabilmente una delle feste spagnole più originali, conosciuta come il salto del neonato. Si tratta di una festa legata alla ricorrenza cattolica del Corpus Domini

che viene celebrata ogni anno dal 1620 nel piccolo paese di Castrillo de Murcia, nella provincia di Burgos. La festa dura 4 giorni ma l'evento più atteso, appunto il salto del Colacho, si svolge la domenica del Corpus Christi. Secondo la tradizione, degli uomini vestiti da diavoli devono scavalcare con un salto i bambini nati nel corso dell'ultimo anno, i quali vengono adagiati su materassi posti lungo il percorso della processione, al fine di proteggerli dagli spiriti maligni. Dopo il salto, la tradizione vuole che siano lanciati petali di rose sui neonati come benedizione. Non si conoscono le origini di questa usanza, ma si ritiene comunemente che serva alla purificazione del peccato originale, oltre che ad allontanare gli spiriti maligni.


Setsubun, Giappone

Sempre al fine di allontanare gli spiriti maligni, in Giappone ogni anno il 3 febbraio si

celebra il setsubun, che rientra nei festeggiamenti legati alla primavera e può essere considerato come una sorta di ultimo dell'anno, secondo l'antico calendario lunare, e che si accompagna a diversi riti volti a purificarsi dal male dell'anno precedente e a scacciare gli spiriti maligni. In questa giornata, nelle famiglie e nei templi si segue il rito del mamemaki, che consiste nel far indossare a qualcuno, di solito al padre della famiglia, una maschera di demone e nel tirargli addosso i fagioli gridando "Oni wa soto! Fuku wa uchi!" traducibile con "Fuori i demoni! Dentro la fortuna!". Al termine del rito ognuno, per assicurarsi una buona fortuna nell'anno che verrà, deve mangiare tanti fagioli di soia quanti sono i suoi anni, più uno per l'anno in arrivo.


Tomatina, Spagna

La Tomatina è uno dei festival iberici più conosciuti e si tiene ogni anno ad agosto nella

cittadina di Buñol, a circa 40 km da Valencia. In questa occasione, le strade della città si riempiono di persone, musica e pomodori! Si tratta infatti di una battaglia a suon di pomodori, in cui i circa 40mila partecipanti si sfidano lanciandosi il rosso ortaggio. I pomodori vengono lanciati da cinque camion che sfilano per le vie della città, poi vengono riutilizzati come armi per la battaglia tra le migliaia di persone che partecipano all'evento. L'origine di questa festa è legata a una rissa, nata nel 1945 tra gruppi di giovani che iniziarono a lanciarsi dei pomodori, fino all'intervento della polizia che disperse il gruppo di rissosi. Tuttavia, l'anno successivo si ripeté il fatto, con i gruppi di giovani che si portarono i pomodori da casa per "riprendere" il discorso da dove l'avevano lasciato. Per tutti gli anni '50 la festa venne osteggiata dalle autorità, fino a che nel 1957 la festa fu autorizzata e divenne ufficiale.

Ed ora, la prossima tradizione...


Kanamara Matsuri, Giappone

Il Kanamara Matsuri può essere una festività di cui hai già sentito parlare. E' la ''festa

del pene di ferro" ed è una festa decisamente particolare che si svolge ogni anno la prima domenica di aprile nella città di Kawasaki. Si tratta di un rito shintoista legato alla fertilità che ha origini molto antiche, risale infatti al 1600, quando le prostitute usavano recarsi al tempio per pregare per l'incremento dei loro guadagni e per prevenire le malattie veneree. Le origini del rito risalgono a una leggenda secondo la quale nella città di Kawasaki c'era una giovane posseduta da un demone, il quale si era infilato nella sua vagina e mordeva il pene di tutti gli uomini che provavano a possederla, castrandoli. Un giorno, un fabbro, per risolvere il problema, costruì un grosso fallo d'acciaio, con cui penetrò la giovane, riuscendo così a sconfiggere lo spirito maligno (sì, hai capito bene!). Per commemorare l'impresa, fu costruito un santuario shintoista, lo Wakamiya Hachimangu in cui era venerato il fallo di metallo. La festa oggi è un'occasione di preghiera per il concepimento di un figlio e un parto facile, inoltre la festa è diventata uno spunto per campagne di prevenzione e raccolta fondi per l'AIDS.

La prossima tradizione fa un po' paura, mi auguro che tu sia stato un bravo bambino quest'anno!..


Krampusnacht, Austria


Il periodo dell'Avvento, in Austria, è decisamente terrificante. Nella notte tra il 5 e il 6

dicembre, infatti, si svolge la terribile Krampusnacht, la notte in cui i demoni con corna e catene (Krampus) fanno la loro discesa sulla terra. L'origine della festa si perde nei tempi, secondo la leggenda sembrerebbe che durante i periodi di carestia, i giovani si vestivano da diavoli per spaventare le persone dei paesi vicini e rubare loro le provviste, ma tra di essi si nascondeva anche il vero diavolo, riconoscibile solamente per gli zoccoli di capra al posto delle mani. Al fine di scacciare il male, fu quindi chiamato San Nicola (o Nicolò) che riuscì nell'impresa di sconfiggere il diavolo. Così, da allora, nel periodo che precede il Natale, i krampus sfilano per le strade delle città, per spaventare e punire i bambini cattivi, che non riceveranno le caramelle di San Nicola.


Bare sospese, Filippine

Nella regione di Sagada, nelle Filippine, vige una bizzarra tradizione che prevede la

realizzazione di bare poste in verticale per seppellire i propri morti. Si tratta di un'antica tradizione della popolazione degli Igorot che da 2000 anni crea bare di legno sospese che vengono poi collocate su una scogliera a picco sul mare. Questa pratica consentiva di proteggere i defunti dalle inondazioni e dagli animali, inoltre secondo una credenza della popolazione Igorot, più la salma è posta in alto, più il suo passaggio verso l'aldilà sarà facile. Scommetto che questa non te la aspettavi!



Ed ora, ultima ma non importante, una sagra italiana, finalmente!!


La Sagra del Maiorchino, Italia

In un paesino in provincia di Messina, più precisamente a Novara di Sicilia si svolge ogni anno la Sagra del Maiorchino, manifestazione dedicata al tipico formaggio pecorino

del luogo, e si svolge ogni anno durante il periodo di Carnevale. Il torneo consiste nel far rotolare una forma di formaggio maiorchino stagionato lungo un percorso che si snoda per oltre due chilometri lungo le viuzze del paese. Giocano 16 squadre regolarmente di tre concorrenti, si parte da “cantuea da chiazza” arrivando fino ad un traguardo: “a sarva”. Si aggiudica la vittoria chi arriva primo. La manifestazione si conclude con la degustazione di ricotta, tuma, maiorchino e alla fine con una mega maccheronata al sugo di carne di maiale imbiancata da abbondante maiorchino.

8 visualizzazioni

AMPIO PARCHEGGIO GRATUITO

Scuola di Lingue

Chi Siamo

Jobs

I nostri Coaches

Contatti

Corsi di Lingue

 

Risorse Links

F.A.Q

Photo Gallery

Blog

Come Arrivare

 

In autobus con il 25 o 25A

In macchina siamo a 200 mt dall'uscita 7bis della tangenziale.

Download Brochure

Resta Connesso

  • Grey Facebook Icon
  • Grey Twitter Icon
  • Grey Instagram Icon

 

© The Dawson Group  Scuola di Lingue 2020 | all rights reserved | Via romita 2/5i - Bologna 40128 | Tel. 051.367375

all rights reserved . corsi di lingue inglese francese tedesco spagnolo russo portoghese italiano